Serbuan maut 2011 Italian

Posted by on August 2, 2012

movie image

Download subtitles of Serbuan maut 2011 Italian

:=:== Sottotitoli di SRT project ==:=:
– Che ora e’, tesoro?
– E’ presto, dovresti dormire.
Ti avevo detto di svegliarmi.
Devi riposare, per tutti e due.
Ti amo.
Anch’io ti amo.
Aspetta fino a quando papa’
torna a casa, okay?
Lo riportero’ a casa.
SRT project e’ lieta di presentare
L’incursione: redenzione
Traduzione di maz71 [SRT project]
Ok, ascoltate.
Il nostro obiettivo e’ Tama Riyadi.
Sono sicuro che molti di voi
sanno di chi sto parlando.
Quest’ uomo e’ diventato
una sorta di leggenda nella malavita.
Trafficanti, bande, assassini,
tutti lo rispetto come un dio.
Negli ultimi 10 anni il suo palazzo
e’ diventato zona proibita alla polizia.
Non mi importa quanto e’ importante o chi
c’e’ dietro di lui. Deve essere fermato.
Questo bastardo affitta stanze
come fossero appartamenti,
ad ogni sacco di merda che
vuole nascondersi dal governo.
La nostra missione e’ semplice.
Entriamo e lo portiamo fuori!
– Si’, signore!
– Tama non e’ solo.
L’intelligence parla di un
laboratorio di droga.
Solitamente questo significa
che ci sono abbastanza persone
a proteggere
il loro investimento.
Ha anche un due guardie
del corpo di fiducia.
In primo luogo, un fottuto pazzo.
Un maniaco di arti marziali che
abbatterebbe i muri per il suo padrone.
In secondo luogo, Andi.
Il cervello dell’ attivita’ di Tama
Tiene il pazzo sotto controllo.
Ma non fatevi ingannare
dategli un’ opportunita’,
e vi sparera’.
Ehi, tienila d’occhio per me.
Dove eravamo rimasti?
State sempre attenti.
Prenderemo piano per piano.
Eliminate ogni vedetta.
Rendete sicuro ogni angolo.
Perche’ noi? Perche’ oggi?
– Perche’ cazzo no?
– E’ una domanda valida.
E questa e’ una
risposta valida, ragazzo.
Hai finito?
Posso continuare?
Questa non sara’ la prima volta
che il posto e’ sotto attacco.
Da anni, le bande rivali cercano di
di conquistare il suo territorio.
Ma tutti hanno fallito.
Fate attenzione. Abbiamo a che fare con
una forza pronta e disposta a combattere.
30 secondi!
Preparate le armi.
Non voglio vedere
posti vuoti nel camion
quando finiremo.
Ora purifichiamo questa
citta’ del cazzo.
– Tenente.
– Sergente Jaka.
Cosa ha il ragazzo?
E’ solo una recluta.
Non si preoccupi,
e’ mia responsabilita’.
Ha presente il rischio di
questa operazione?
Per coprire questo edificio,
abbiamo bisogno di piu’ uomini.
Ragazzi inesperti come lui
danneggiano la missione.
Questo non e’ un campo
di addestramento, cazzo.
Ok, mettero’ il ragazzo dietro.
Lo metta in fondo, all’ultimo posto!
Divida gli uomini in squadre.
Io vado nella zona B-3.
La sua squadra si
posizionera’ lungo i lati.
– E il tenente?
– Viene con me, ok?
Fatelo fuori.
B-3 sicuro.
Ok, muoviamoci!
Vieni qui e stai zitto!
Qual’ e’ il problema?
Levati di dosso!
Tu non vai da nessuna parte!
Mia moglie e’ malata.
Deve avere queste medicine.
Non lo capisci? Devo andare…
Se provi a muoverti di nuovo
ti distruggo, cazzo!
Che caz…?
Calma.
Bowo, basta!
Abbiamo un eroe.
Va bene, allora e’ tuo.
– Il tuo numero di appartamento?
– 726
Raggiungerai il tuo appartamento,
non ti preoccupare.
Tuttavia, per sicurezza
devi stare vicino a noi.
Ma chi proteggera’ mia moglie?
So come ti senti, ma per
favore sii paziente.
– Non esiste, cazzo.
– Hey! Scegli…
o la mia protezione
o la loro.
Ok, radunatevi!
E’ ora di entrare.
Ti terremo d’occhio!
Fermo!
Ammanettato!
Ammanettalo!
Figlio di puttana!
Non ti muovere!
Non fare niente di stupido.
Nemmeno di un centimetro!
Bene.
Adesso…
Aspetta!
Polizia!
– Che cazzo fa?
– Era necessario.
Sarge!
Abbiamo un’ altra vedetta!
Figli di puttana!
Polizia!
Abbiamo compagnia.
Sono qui.
Interrompete tutte
le comunicazioni e non fateli fuggire.
Chiamo gli il vicinato.
Abbiamo visite. Sapete cosa fare.
– Prendo a sinistra, tu a destra.
– Va bene.
Ora…
Fermo! Lascialo urlare.
Perimetro sicuro.
Ieri sera e’ stata la peggiore
partita che abbia mai visto.
Non ti sei perso niente.
Non so cosa stessero pensand…
Aiutatemi, per favore.
Mi vogliono uccidere!
– Non ti muovere!
– Mi devi aiutare, per favore!
Fermo!
Quinto piano sicuro.
Tenete la posizione!
Scoprite cosa cazzo succede laggiu’.
Tenente, stia con me.
Rama, lascialo.
Torna in posizione.
Veicolo 1, Veicolo 1.
Parla Jaka. Entrate.
A tutte le unita’.
Parla Jaka. Entrate.
Sono morti tutti.
Buongiorno a tutti!
Avrete notato che
abbiamo ospiti oggi.
Sicuramente non li ho invitati, e
non sono assolutamente i benvenuti.
Quindi, nell’interesse
della salute pubblica,
dovreste liberare l’edificio
della sua recente ‘infestazione’,
e potrete considerarvi
residenti permanenti a gratis.
Troverete questi cazzo
di scarafaggi al sesto piano.
Ora andate a lavorare.
E per favore, divertirvi.
Tenente, faccia una chiamata.
Abbiamo bisogno di rinforzi.
– Siamo in grado di gestire…
– Con tutto il rispetto, signore,
ci bruceranno insieme al
camion, se restiamo qui.
– Ora faccia la chiamata.
– Non posso…
– Cosa vuol dire non puo’?
– Non siamo, questo non e’…
Chi altri sa che siamo qui?
In cosa cazzo ci ha cacciato,
tenente?
Siamo soli.
Sarge!
Non si muova.
Aspetta!
Ritirata!
Muoversi!
– Che cazzo hai fatto adesso?
– Vieni qui.
Guarda tu stesso.
– Sei pazzo, cazzo?
– Attento a quello che dici, ragazzo.
E’ tutto sotto controllo.
Ci penso io.
Allora dimmi, genio…
cosa accadra’ quando
manderanno rinforzi?
Tu non uccidi poliziotti, li compri!
Si’, sembra che tutti vogliano
un cazzo di assegno!
Non ci saranno rinforzi.
Non ci sara’ alcuna conseguenza.
Non e’ diverso dal fare
a pezzi i nostri rivali.
Dopo che abbiamo finito, non
lasceremo alcuna prova.
– Cosa ti rende cosi’ sicuro?
– Perche’ so chi c’e’ dietro.
Trema quel
vecchio figlio di puttana.
E sono proprio dove voglio.
– Ritiratevi! Hangi, apri la porta.
– Si’, signore!
Libero!
Tenete chiusa la porta.
No, aspetta!
Cazzo!
Dobbiamo uscire di qui.
Alee, l’ ascia!
Sarge!
Seguitemi.
Jaka!
Aspetta!
Stanno arrivando!
Tiratemi fuori di qui, cazzo!
Alee, aiuto!
Dagu!
Non appena la butto dentro, giralo.
Uno, due, tre.
Che cazzo era?
Sembra che abbiamo appena realizzato
con chi abbiamo a che fare.
Qual e’ il danno?
Piuttosto limitato, stimo.
Non abbiamo perso piu’ di 2 camere.
– Non male.
– E circa 30 residenti
che sono ora maciullati
sulle cazzo di pareti.
Controlla in quali camere stavano.
Recupera la loro droga.
Cosi’ possono coprire i danni.
Andate entrambi giu’. Voglio
la situazione sotto controllo.
Si’, capo.
Prendo le scale, tu l’ascensore.
Ci vediamo al settimo piano.
Tomy, Ang, andate con lui.
Sto bene da solo.
Andate con lui.
Andate.
Va bene.
Se tradurre vi appassiona
e diverte, venite a tradurre con noi.
[SRT project]
– Dove stiamo andando?
– Stanza 726, vive qui.
– Credimi, so cosa faccio.
– Non lasciarmi con quel tipo, cazzo.
– Non e’ uno di loro.
Se quel bastardo mi tocca, giuro
che lo perseguito, cazzo.
Va bene.
Lascia perdere.
Su. 2 piani.
Forza! Apra la porta!
Apra la porta! Ho un ferito qui.
Se non apre siamo morti.
Non farlo,
non farti coinvolgere.
Per favore, sono vicini.
La prego, mi guardi.
Apra la porta, per favore.
Non puo’ voltarci le spalle.
Per favore apra la porta.
Iniziate da li’.
Di qua.
Aspetta.
Ehi, ehi. che cazzo
sta succedendo?
Chiudi quella cazzo di bocca
o ti rovino.
Controllate dappertutto e
in ogni angolo.
Non lasciate nulla al caso.
– Stai nascondendo qualcuno qui, amico mio?
– No, te lo giuro.
Non mi mentiresti, vero?
Non ho pazienza per i bugiardi.
Mi mettono di cattivo umore.
Quando sono di cattivo umore,
tendo a diventare violento.
– Prometto, sto dicendo la verita’.
– Staremo a vedere.
Che cosa e’ questo?
– No, per favore.
– Hey! Fermo accidenti!
E’ tutto quello che ho,
stronzi del cazzo!
Fanculo! Lasciateci in pace!
Mi sto proprio
stancando delle tue cazzate.
iGuardatevi intorno,
non c’e’ nessuno qui!
-Non dubitare di me, amico mio.
-Ti ho detto la verita’.
Lasciateci in pace adesso.
Vuoi che affetti quella troia?
Lo vuoi? Allora siediti!
Ok, andiamo.
Veloce, ho bisogno di un coltello
o di qualcosa di appuntito.
Starai bene.
Ma devi stare calmo.
Devo solo incerottarti.
Fermo, concentrati.
Ho solo questo.
Cazzo, cerca di nuovo.
Giuro, e’ tutto quello che ho. Puo’
andare un cucchiaio? O delle bacchette?
Al diavolo, fallo!
Perche’?
Che cazzo stai facendo?
Devi dirmi tutto quello che
devo sapere su questo posto.
Tutto quello che puo’ aiutarmi
a portarlo fuori di qui.
Vorrei farlo.
Ma la verita’ e’ che Tama ha
il completo controllo dell’edificio.
Anche se trovi un angolo
fuori dalle telecamere,
resteresti bloccato nei corridoi.
Non c’e’ via di fuga.
Ne’ un passaggio segreto.
Se esci, sara’ per la stessa
strada che hai fatto per entrare.
Devi trovare una via di fuga.
Devi fare attenzione.
Non sei qui per una buona azione.
Apri gli occhi. Ho visto
quel vecchio qui prima.
Conosce questo edificio come me.
Non tutti i poliziotti
sono corrotti.
Se lo credessi non avrei mai
hanno aperto la porta.
E’ stupido e testardo.
Ma e’ un brav’uomo.
Abbi cura di lui,
torno appena posso.
Amico, incredibile!
E’ qui!
Salite!
Tagliagli la gamba!
Da dove e’ arrivato?
Smettila! Calmati!
Che cazzo ci fai qui?
Continua a controllare.
Sono morti.
Non lo sappiamo ancora.
Pensateci Jaka, uno e’ ferito,
l’altro un pivello.
Non avevano alcuna possibilita’.
Mi dispiace, ma non saliremo
solo per trovare i loro corpi.
Ascoltami, figlio di puttana.
Quando si tratta della vita
dei miei uomini
sarebbe saggio chiudere
quella cazzo di bocca.
Vuoi parlare di rischiare vite?
Beh, hai gia’ rischiato le loro.
Ed ora possiedo la tua.
– Chi ha ordinato tutto questo?
– Cosa?
E’ chiaro che non sei stato tu.
Nessuno fa un attacco contro
i propri sporchi interessi.
Attento, Jaka.
– Ricordati del tuo grado.
– Grado?
Il grado non vale un cazzo adesso.
Quando ne usciamo…
pulirai piscio in una cella
per il resto della tua vita.
Noi non siamo qui per fare del bene.
Siamo qui per fare ricco qualcuno.
Lo chiedo per l’ultima volta,
chi ha ordinato il raid?
Un’altra volta forse,
prima mi gioco le mie chance qui.
Accomodati.
Torniamo su. Li troveremo.
E poi ce ne andiamo.
Obiezioni?
Come pensavo.
Preparati.
Muoviamoci.
Vai con lui! Immediatamente!
Non mi e’ mai piacuto usarla.
Mi toglie l’eccitazione.
Premere il grilletto e’ come
ordinare cibo da asporto.
Questa,
questa e’ la cosa giusta.
Questa e’ la scarica.
Questo e’ quello che faccio.
Non dovresti essere qui.
Neppure tu.
Chi sono?
Nessuno.
Non controllano
le parentele?
Non hanno dati su
di te, solo il nome.
Nessuno sa niente di noi.
Sono quasi soffocato quando hanno
messo la tua foto sulla lavagna.
Sei anni senza alcun contatto,
e ti trovo cosi’.
Devi andartene da questo posto.
– Immediatamente.
– Non posso.
– Non senza la mia squadra.
– Cosa?
– Mi hai sentito.
– Non credo ti renda conto della situazione.
Oh, capisco bene. Non sono quello
che sopravvivera’.
Non preoccuparti
per me, staro’ bene.
La prossima volta che
vuoi parlare, basta che chiami.
Ho passato 24 ore
a sentire
i miei amici parlare
di ucciderti.
Sono l’unico che puo’ farti
uscire da qui vivo.
E senza manette ai polsi.
Aspetta! Che cosa?
Mi fai uscire?
Tu devi essere salvato.
I miei ragazzi hanno
quasi finito di
raccogliere i corpi.
– Fottiti. Fai quello che dico.
– E dove stiamo andando? A casa?
Se per lui fossi
una delusione, allora…
Pensa a quanto sara’ orgoglioso
ora che sono quello che sono.
Ti vuole a casa,
noi tutti lo vogliamo.
Tu non capisci!
Quello non sono piu’ io.
Questo sono io.
Solo perche’ quello che
faccio e’ sbagliato,
non significa che non
sono bravo a farlo.
Questa e’ l’unica
cosa che so fare.
Questo e’ mio adesso.
No, Rama.
Non voglio tornare quello che ero.
Diventerai zio.
Cosa?
Si’, un bambino, tra due mesi.
Me lo stai dicendo perche’
ti aspetti che me ne vada ?
– Perche’ sei mio fratello, cazzo.
– Pensa a quello che stai facendo!
Se resti qui sarai morto,
prima che nasca, cazzo.
– Non ci hai pensato?
– Ci penso ogni giorno
Da quando ho avuto questo incarico.
E mi terrorizza, cazzo.
Questo e’ ridicolo, cazzo.
Devo andare, non ho molto tempo.
Almeno cambiati gli abiti prima
di tornare la’ fuori.
No, questo mi va a pennello.
Stai indietro, finche’
l’area e’ libera.
Aspetta! Blocca l’ascensore.
– Dove sono i tuoi uomini?
– Ancora caccia. E i tuoi?
Lo stesso.
– Dove lo porti?
– Dal capo.
Non e’ questo il tizio.
– Lo e’.
– No, sicuramente no.
In piu’ questo e’ gia’ morto.
Si’, beh io lo porto comunque.
Che cos’ hai?
Rama. Entra.
– Dove e’ Bovo?
– Al sicuro.
– Abbiamo perso il sergente.
– L’hanno preso, e’ morto.
Bastardi, lo hanno trascinato
sul pavimento come un animale.
Cosa e’ successo? Perche’
vi siete divisi?
Siamo caduti in un’imboscata,
eravamo in inferiorita’ numerica.
E’ scappato. Il sergente mi
ha ordinato di seguirlo.
Adesso possiamo solo
cercare di sopravvivere.
Dobbiamo cominciare
presto e in fretta.
Tu sei la causa di ogni goccia di
sangue versata in questo posto.
Ma ci penseremo dopo. Adesso devi
essere con noi passo dopo passo.
Colpo su colpo. Fino a quando
questo incubo e’ finito.
– E allora?
– Attacchiamo.
Arrestiamo quello per cui siamo
venuti e usiamolo per uscire.
– Trovarlo non sara’ facile.
– Quindicesimo piano.
E’ dove gestisce tutto.
Ma raggiungerlo e’ un’altra cosa.
E supponendo di prenderlo…
Poi? Qual e’ il tuo piano?
– Lo convinceremo.
– Come?
Chiunque cambia idea con
una pistola puntata.
– Non abbiamo una pistola.
– Allora un coltello o qualunque cosa.
Fai quello che serve
per convincerlo.
Abbiamo ancora tempo,
possiamo ancora uscire.
– Chi cazzo e’ questo?
– Gli ho detto che era la persona sbagliata.
Indossa un giubbotto. Non sono io
quello che e’ tornato a mani vuote.
Non e’ vero, e’ Andi?
Scusa?
Sicuramente hai qualcosa
da far vedere.
Tu non sprecheresti il mio
cazzo di tempo per niente.
No, mi dispiace.
Fammi vedere le mani.
– Mettile qui.
– Cosa?
Vuote.
Ma sono sicuro che
hai qualcosa. Girale.
Forza, girale.
Mi sbagliavo. Hai sprecato
il mio tempo, cazzo.
– Ho trovato dei cadaveri, un sacco.
– Si’? E allora?
Se dovessi indovinare, direi che ci
sono due poliziotti in piu’ la’ fuori.
E se dicessi che sono rimasti 3
poliziotti, sareste d’accordo?
Ci sono molti piani, ci puo’
essere qualcuno in piu’ o in meno.
In piu’ o in meno.
Tu, stronzetto.
Lo ammetto, sono rimasto
impressionato. Davvero.
Ma mai sottovalutare l’ostinazione
della paranoia.
Dopo averlo visto, mi sono
seduto ancora piu’ rabbioso.
Sembra che questi monitor siano
le uniche verita’ che ho.
Non mentono mai, mi dicono tutto
che ho bisogno di sapere.
Ma c’e’ una cosa che
volevo chiedere.
Perche’?
Una mossa cosi’ audace
non viene da un
problema di coscienza.
No, c’e’ qualcosa di piu’.
Ma poi penso: ‘non importa’, perche’
morirai comunque presto.
Non mi importa piu’ un
cazzo sul ‘perche’ ‘ .
No, quello che voglio sapere
e’ chi e’ quello stronzo che sta
facendo a pezzi casa mia?
E che cosa significherebbe per te
se dovessi morire davanti a lui?
O meglio ancora, per lui essere
squartato davanti a te!
Fottiti.
Sbrigatevi!
Non ti muovere!
Butta la pistola!
Giochiamo a questo gioco adesso?
Vieni qui.
Veloce!
Ho fatto qualcosa
di sbagliato, agente?
Chiudi quella
cazzo di bocca! Alza le mani!
Dagu, legalo.
Adesso mi porti fuori
di qui, cazzo.
Incredibile.
Che diavolo stai facendo? E Dagu?
Non ce l’ha fatta.
Vaffanculo,
figlio di puttana! Perche’?
Calmati,
abbiamo quasi finito qui.
C’e’ solo un’ ultima cosa.
– Non riuscirai mai a uscire da qui.
– Taci!
Pensavi davvero che sarebbe
stato cosi’ facile entrare?
Pensi che siamo cosi’ stupidi?
Ti stavo aspettando. Tutti noi.
Pronti a prendervi uno a uno.
Non e’ andata tanto
bene, vero?
Oh, non lo so…
hai almeno 18 morti.
Nessun mezzo di trasporto.
Sei bloccato qui.
Non ti e’ rimasto nessuno.
E se parliamo di numeri…
Parliamo di proiettili, e che me ne
serve uno solo per la tua testa di cazzo.
Non lo capisci, vero?
Tu sei gia’ morto.
Sei morto da quando ho
ricevuto la chiamata da Reza.
Ora ho la tua attenzione.
Volevi il nome, giusto?
Reza e il resto degli impiegati
sono con me fin dal primo giorno.
Perche’ so chi pagare
e ancora piu’ importante, quanto.
Ma tu? Sei solo un esattore.
Il raid non era per eliminarmi.
Ti hanno mandato qui a morire.
– Fottiti!
– No, cazzo, cazzo, stronzo!
Ascoltami, pensi che ti permettano
di arrivare ai vertici?
Mai! Guarderai sempre in alto.
Credi che quando tutto questo
sara’ finito ti daranno una promozione?
Che fara’ di te un eroe?
Mai! Idiota!
Ti imbatterai in qualcuno che
ti svuotera’ un fucile in testa.
Un cuscino sulla
faccia mentre dormi.
Sei finito. Hai chiuso.
Stronzo.
Taci.
A tutti i residenti, siete pregati
di ritornare alle vostre stanze.
E’ tutto finito.
Ha sempre saputo che qualcuno un
giorno avrebbe provato a fregarlo.
Questa era la sua assicurazione.
E’ la prova di ogni poliziotto sporco
con il quale ha trattato.
Non tutti quelli che
saluti sono corrotti.
Trova Bunawar.
E’ un brav’uomo.
Aprite il cancello!
Continua a camminare.
Seguimi.
Se c’e’ una cosa che so per
certo e’ che, in questo mondo,
posso proteggerti.
Ma puoi fare lo stesso
per me nel tuo mondo?
Verranno qui. E raderanno
questo posto al suolo.
Ce ne saremo andati da molto
prima che arrivino qui.
E allora perche’ resti?
Per lo stesso motivo per cui
resti in quella uniforme.

Get Adobe Flash player

Comments are closed.