“Psych” Neil Simon’s Lover’s Retreat 2011 Italian

Posted by on July 20, 2012

movie image

Download subtitles of “Psych” Neil Simon’s Lover’s Retreat 2011 Italian

No! No, e’ inaccettabile,
avevamo un accordo.
Qualcuno rispetta gli
accordi, oggigiorno?
Accetta, ritratta,
rifiuta e poi ritratta di nuovo?
Insomma, se la cosa non va in porto,
sono rovinato, sono rovinato!
Ho un mutuo, un bambino, andiamo!
Oh, cavolo.
No, la richiamo, la richiamo.
Tutto bene?
– Meglio di te, riccone.
– Ehi, ehi, ehi!
Questa situazione non va affatto bene.
Oh, andiamo.
Fidati…
sto facendo un favore a questi occhiali.
Porti la tua donna in una SPA
per il weekend. Ma chi siamo?
Niente male, bello mio.
Non mi ha neanche detto quanto costa.
Perche’ dei soldi non mi
importa nulla, Jules.
Mi importa solo di farti fare una
vacanza che hai ampiamente meritato.
Spendendo un sacco di soldi, per farlo.
Stai crescendo ogni giorno che passa.
Dai, Gus… sapevi che questo
giorno sarebbe arrivato.
– Gia’.
– Ciao, Gus.
Innaffia le mie piante tre volte
al giorno, ma non parlarci,
perche’ quando iniziano non la
smettono piu’, soprattutto Jim.
– Jim e’ il ficus?
– Esatto.
Ricevuto.
– Che c’e'?
– Devo dirti una cosa.
– Leggimi nel pensiero.
– E come?
Dai che lo sai, come. Pronto?
E va bene.
– Waffle.
– Oddio, e’ assurdo!
Pensavo proprio a quello,
ma era solo una prova.
– Ok.
– Ci siamo, sei pronto?
– Ancora waffle.
– Maledizione!
– Un’altra volta.
– Ok.
Perche’ vi state fissando in quel modo?
Non… ci stiamo fissando, e’ solo un
controllo di routine della fronte…
a vicenda.
Senti, Shawn, so che sei nervoso per il
weekend, ma stai tranquillo, sei pronto.
Adesso vai e divertiti,
gran spendaccione. Ma chi siamo?
Forza, bello mio! Forza!
– Ti chiamo, ok? Tieni il cellulare acceso.
– Certo.
Riuscirete a sopravvivere per
due giorni senza vedervi?
Ma certo.
Ascolta, Jules, so che hai delle aspettative
molto precise per questo weekend.
In che senso?
Il 5 per e-mail mi hai scritto:
“Shawn, ho delle aspettative molto
precise per questo weekend”.
Vero, e tu hai risposto:
“Pigiama party, sempre nudi,
alcol a fiumi”.
E’ la risposta automatica che
parte quando non ci sono.
Senti, penso che questa vacanza sia
un passo importante per noi. Per…
la prima volta usciremo dalla
campana di vetro della polizia
e scopriremo se funzioniamo
davvero come coppia.
E’ l’occasione per portare il nostro rapporto
al livello successivo, in modo maturo.
– Non vedo l’ora.
– Anch’io!
E adesso andiamo a divertirci.
Non preoccupatevi per me,
ho organizzato un weekend epico.
Sara’ proprio una gran…
solitudine.
Ciao, Guster. Non sapevo
che facessi la spesa qui.
Avevo dei buoni sconto.
Si’, qui fanno delle ottime offerte.
Ho fatto scorta di lampadine da 40 watt.
Sono proprio parecchie.
Si’, gia’.
Cosi’ sono a posto.
Non starai mica comprando delle
candele aromatizzate, vero?
Altrimenti come faccio
a rinfrescare la casa?
Fai come me, metti fuori il cesto del
bucato e spruzza un po’ di deodorante.
La tua ragazza preferira’
restare in prigione.
Di solito non vai da lei, di sabato?
Si’, si’, ma…
l’hanno messa in isolamento per aver assalito
una compare mentre era in fila alla mensa.
Non…
non sopporta proprio la
gente che taglia le file.
Io e Shawn di solito giochiamo a Skee Ball e
facciamo scherzi telefonici tutta la notte.
Siete voi che continuate a chiamarmi?
Ma che… Henry!
Che ci fai qui?
C’e’ l’offerta due al prezzo di una.
Questo si’ che e’ un ottimo affare.
Ah, allora sei stato tu a
prendere tutte le lampadine, eh?
Fate spesso la spesa insieme?
– Cosa? Ma per piacere!
– No.
Siamo seri, amico.
Allora, tu e le tue camicie avete
un bel weekend in programma?
Se con “bel weekend” intendi
guardare la maratona di “Mannix”,
allora si’, e’ cosi’.
– Si’, anche noi non abbiamo niente da fare.
– Parla per te. Io ho da fare.
E a dirla tutta, stasera
andro’ in un nuovo locale.
Dicono sia favoloso e sempre
pieno zeppo di pollastrelle.
Di donne.
Beh, io invece non vedo l’ora di passare un
weekend a casa da solo, bello tranquillo.
Gia’, la solitudine…
fa bene all’anima.
Buon per voi.
Pieno zeppo?
Cavolo!
Perfetto, ora mi serve solo un documento
con la sua foto, signor Guster.
Certo.
– Buona permanenza.
– Lo sara’ senz’altro.
Ecco, tenga.
Shawn, l’hotel puo’ organizzare
una gita in mongolfiera.
Mi piacerebbe moltissimo.
Penso che sarebbe romantico
anche dormire su quei grossi
materassini in piscina a forma di orca.
Shawn, so che a te non piace
questo genere di cose,
ma sono molto felice
che tu sia qui con me.
Guarda, ce l’abbiamo fatta!
Siamo in vacanza insieme!
Insieme a tutta quest’altra
gente, purtroppo.
Ci divertiremo, ci rilasseremo e
soprattutto non penseremo al lavoro.
Per due giorni interi, io non saro’ una
poliziotta e tu non sarai un sensitivo.
Dai, sai che non posso
spegnere i miei poteri.
Ma almeno non fare… cosi’ con la mano.
Credo che andra’ tutto
alla perfezione, dolcezza.
Andiamo a caccia!
Traduzione: il.busto, Izzie, crycra,
m.scofield, kaosmentale, serpat88, fabfrog
Revisione: m.scofield, crycra
Resynch: Iceblue
Psych – Season 6 Episode 9
“Neil Simon’s Lover’s Retreat”
Senti, Gus, questo e’ il mio quinto
messaggio. Ho finito gli alias.
Sono Shawn, ho bisogno di parlarti.
Richiamami immediamente!
– Ecco a lei, signore.
– Gracias.
Oh, ma dai!
Mi fa sentire cosi’ vecchio!
Oh, Shawn!
Loro sono Barbie e Clive Noble,
anche loro sono arrivati oggi.
Davvero?
Si’, ho visto Juliet e ho detto: “Ecco una
donna bellissima con un gusto impeccabile”.
Andremo sicuramente d’accordo!
Oh, mio Dio, guarda che pietra!
Oh! Si’!
Scusa se ti abbiamo
rubato la sdraio, Shawn.
No, no, no, non fa niente,
dividiamo la mia.
Ti ho detto di tenermi il posto, non ti
ricordi che ti ho detto di tenermi il posto?
No, non mi ricordo.
Perche’ parli con degli estranei
durante la nostra vacanza?
Perche’ e’ quello che fanno le coppie
adulte, si fanno amici in vacanza.
Perche’ ci servono nuovi amici?
Io ho Gus. E tu hai…
– i tuoi amici, chiunque siano.
– Shawn.
Mi stai mettendo in imbarazzo.
Allora, Barbie e’ del Kentucky,
ha conosciuto Clive a Seattle
e sono sposati da cinque anni.
Ma quante…
informazioni, quanto tempo
sono stato al juice bar?
– Allora, tu che lavoro fai, Shawn?
– Sono uno sciatore d’acqua professionista.
Che lavora per la citta’
di Santa Barbara, come me.
Siete tutti e due sciatori d’acqua e
lavorate per la citta’ di Santa Barbara?
Oh, tesoro, le tempie, le tempie.
Oh, scusa, tesoro.
– Come va?
– Proprio li’.
Allora…
si guadagnano molti soldi nello sci
d’acqua professionistico, Shawn?
Buone indennita’ aggiuntive,
feste di Natale decenti.
Sapete, ce la caviamo.
Oh, ci scommetto.
Questo e’ un posto di lusso.
Niente e’ troppo per la mia Barbie.
Oh, tesoro, che cosa ho
fatto per meritarmi te?
– A parte il fatto che mi meriti?
– Oh, ma dai!
– Ti amo tanto, piccola.
– Ti amo.
Li odio.
Beh, Shawn, io e i Noble stavamo
parlando di andare a cena insieme.
– Bene, divertitevi pure.
– Tutti quanti insieme.
No, grazie.
– Volentieri.
– Va bene.
– Si’.
– Fantastico!
– Bene!
– Bene, portiamo queste pagnottelle
a fare un bagno di fango,
andiamo, tesoro. Andiamo.
– Forza, andiamo.
– Ma la smetti?
Ci vediamo, ragazzi.
– Che problema hai, Spencer?
– Che problema ho?
Sto via cinque minuti e all’improvviso
siamo diventati scambisti?
Siamo in “Tempesta di
ghiaccio”? Chi sono quelli?
– Sono persone normali!
– I normali sono quelli peggiori!
Non li conosciamo,
c’e’ qualcosa che non va.
Inoltre, non li conosciamo
e dovremo parlare con loro.
Si chiama comportarsi da adulti, Shawn.
Dovresti provarci, qualche volta.
Indosso un accappatoio da uomo.
Che vi avevo detto?
Pollastrelle a palate.
Devo dire che…
se non avessi una relazione
seria e importante,
potrei fare sfracelli in
questo posto da urlo.
Ho detto bene?
“Posto da urlo”?
Che state dicendo?
Lassie, tu pensi di saperci fare
solo perche’ hai una ragazza.
No, no, no, no, ho una
ragazza perche’ ci so fare!
Ma per favore! Non faresti centro
con nessuna in questa stanza.
Di certo potrei fare piu’
centri di te, fighetto!
Cioe’, non frainterdermi Gus,
devo ammettere che hai un certo fascino,
ma io sono un classico.
Non passo mai di moda. Un po’ come
i pantaloni da uomo eleganti.
Davvero? Vuoi rendere le cose
un po’ piu’ interessanti?
Ehi, ehi, che sta succedendo?
Non riesco a sentire niente.
Stiamo parlando di una
scommessa tra gentiluomini
su chi riuscira’ a fare colpo
per primo su una ragazza.
Fantastico! Voglio partecipare.
Non credo proprio.
Come? Ehi, senti, io sono giovane
dentro tanto quanto loro lo sono fuori.
Si’, ma quando tu eri giovane fuori come
loro, qui ci lavoravano dei contadini.
Ehi, ci vogliamo provare? Senti un po’.
Il primo che ottiene il numero di
telefono da una di queste bambole, vince.
Chi perde, organizza un
barbecue a casa mia domenica.
Oh, ci sto alla grande.
Si’, anche io.
Via la cintura di sicurezza. Andiamo!
Assaggia questa fetta di paradiso.
E’ una vera Key Lime.
– E’ proprio una torta Key Lime.
– Si’.
Beh, ma non sono una
coppia adorabile, Jules?
Che c’e', due uomini non
possono dividere il dessert?
E poi andare a ballare come veri uomini?
Ehi, se il ritmo e’ quello giusto,
lasciati andare alla musica, amico mio.
Puoi dirlo forte.
Mi sbagliavo.
Questi due sono fantastici.
Allora, come vi siete conosciuti?
Oh, mio Dio, questa e’
una storia fantastica.
Bene, andavo sempre a mangiare in un
bar per sportivi, un posto particolare,
dove i tovaglioli erano fatti con veri
pezzi di tute sudate, avete presente?
Dai vigneti De Palma, ha un
leggero aroma di pera e agrumi,
con un leggero retrogusto affumicato.
Si’, beh, presto vedrai la mia faccia
su ogni scatola di questo succo divino.
Hai visto la pubblicita’ della mia nuova
linea di confezioni di vino di lusso?
Dice cosi’: “Houston Ray rosso,
Houston Ray bianco,
Houston Ray rose’, son cosi’ buoni
che finisci sotto il banco”.
Quel tizio ha trovato il suo stile
e l’ha seguito fino in fondo.
Gia’.
Bell’orologio. Un Omega
Speedmaster edizione speciale.
Gli astronauti li portavano sulla luna.
Costano 100 mila dollari.
Io tengo i miei orologi di valore
nella cassaforte dell’hotel.
Non sono mai puntuale,
ma almeno sto tranquillo.
E tre settimane dopo… eccoci sposati!
– Cosa?
– Proprio cosi’.
– Vi siete sposati dopo tre settimane?
– Ehi, quando lo sai, lo sai.
La nostra filosofia di
vita e’ molto semplice.
Ci fidiamo del nostro istinto.
Se ci sentiamo di farlo, lo facciamo.
E poi di solito ci tocca
chiamare i pompieri.
Tesoro, questa sera sei incantevole.
Tesoro…
le parti della tua faccia
sono tutte nel posto giusto.
Grazie, Shawn.
Che ne dite di una partita
a tennis, domani mattina?
– Ora si’ che si ragiona!
– Vero.
Va bene? Diciamo alle 10?
E prima ci facciamo una bella colazione?
Oddio, amore.
Sta succedendo.
Oh, no, che succede?
A volte le vengono delle
terribili emicranie.
Terribili, davvero.
La stanza inizia a girare,
si capovolge, il su e’ il giu’.
La sinistra pero’ e’ sempre la sinistra.
– La sinistra e’ sinistra.
– Esatto.
E’ strano. Sapete che vi dico?
Questo lo paghiamo noi.
Oh, no, no, figurati!
No, no, nessun problema. Voi potete
offrire la colazione domani mattina.
Hanno delle girelle
grandi quanto una faccia.
Ne divideremo una. A me e Clive…
piace condividere, sai.
Si’, va bene.
Portala sulla veranda per un drink.
Poi mi ringrazierai.
Ok, amore, andiamo.
– Ok. Siamo proprio dei guastafeste, scusate.
– Pronta? Piano.
– Piano, piano.
– Oddio!
Rimettiti!
Spero stara’ meglio.
E ora che ne dice di andare sulla…
veranda, milady?
La mia ragazza e’ in prigione.
Ma ciao.
Posso offrirti io il secondo giro?
Certo, caro.
– Grazie.
– Figura…
Fanno 12 dollari.
Ehi, puoi chiamarmi cosi’ vedo
se il cellulare funziona?
Logicamente quando hai finito con la
chiamata. Nessun problema, io aspetto!
Aspetta, non ti serve il mio numero?
Ehi, qualcuno ha un cellulare
con cui chiamare il mio…
telefono?
– Hai avuto fortuna?
– Do un’occhiata, non voglio sprecarmi.
Si’, ti capisco.
Cosa?
E’ vero.
Non ci credo!
Ehi, dolcezza!
Si chiama Chelsea.
A proposito del barbecue… Mi piacciono
le costine, ma io non piaccio a loro.
Le pannocchie mi si
incastrano nelle otturazioni,
la crema di mais e’ un
sostituto accettabile.
E portate della verdura,
ho bisogno di fibre.
La veranda e’ davvero romantica!
Vorrei che qualcuno mi avesse detto
prima che essere adulto significa…
passare il tempo con bella gente
a sparlare di altra gente.
Barbie e Clive sono stati una bella
aggiunta alla nostra vacanza.
– Sono contento che siamo qui.
– Anche io.
– Mi piaci da morire.
– Anche tu.
– E’ molto buio, qua dentro.
– Davvero.
Ci hanno derubati.
La smetta di dire che all’hotel
dispiace per la nostra perdita.
L’hotel e’ un edificio.
A meno che non sia la casa di
“Monster House” o l’Overlook Hotel,
la cosa lascia indifferente
me e la mia signora.
Come le ho detto piu’ volte, vi contatteremo
se troveremo i vostri effetti personali.
La smetta di dire “se troveremo”:
Norm! Leggi la lista che ti ho dato l’altra
sera. Voglio controllare che ci sia tutto.
– Una torta margherita mangiata per meta’.
– Si’.
– Un materassino gonfiabile a forma di orca.
– Esatto.
Una carta di credito della One
Capital di un certo Burton Guster.
Che ho per una bizzarra
serie di eventi. Continua.
Un Nintendo DS.
Perche’ hai portato una console
a una vacanza per adulti?
Perche’ e’ meravigliosa.
E la amo.
E ora sono passate tante ore e
potrebbe essere ovunque nel mondo.
Avete contattato l’Interpol?
Signore noi, e intendo lo staff,
non l’edificio, ci scusiamo.
Sfortunatamente, ci sono stati numerosi
furti, questa notte, e siamo pieni di lavoro.
Numerosi, eh?
Dove sono le autorita’ del luogo?
Il dipartimento e’ piccolo
e ha risorse limitate.
Sentitevi liberi di prendere
gli accappatoi come regalo.
Un regalo del valore di 200 dollari.
Amico, tanto li avremmo presi comunque!
Non capisco perche’ tu
sia cosi’ arrabbiato.
Perche’ io e quel Nintendo
eravamo molto uniti, Jules,
e perche’ in vacanza divento emotivo.
E come se non bastasse,
faremo tardi al tennis
con Barbie e Clive.
Capiranno, siamo stati derubati.
Si’…
Questo lo paghiamo noi.
Voi potete offrire la
colazione domani mattina.
Devo chiamarli.
Devo metterli in guardia sulla
mancanza di sicurezza di questo luogo!
Tenetevi strette le
vostre torte margherite!
Qui ognuno prende quello che gli pare!
Shawn…
Pronto? Chi parla?
Clive sta facendo un’imitazione.
Che uomo divertente.
Jawhol!
Unst Schnitzel,
das Boot…
Burgermeister Hasselhoffer?
Ich verlange zu wisssen, wer anruft!
Non abbiamo trovato ancora nulla!
Mi puo’ mettere in contatto con la
stanza di Clive Noble, per favore?
Non c’e’ nessuno registrato
con quel nome, nell’hotel.
Niente tennis.
Ok, costine.
costine.
altre costine? Cos’e', uno scherzo? Non vi
e’ venuto in mente di portare delle verdure?
Questo e’ un weekend per soli uomini,
non il pranzo del Rotary Club per signore.
– Pronto?
– Allarme frode della Capital One.
Sono stati rilevati movimenti
bancari sospetti nella zona Ojai.
Frode? Ojai?
Maledizione, Shawn!
Allora, Spencer, hai chiamato la
senorita che hai conosciuto ieri sera?
Scherzi? E’ un po’ troppo giovane,
mi sento a disagio.
L’ho fatto solo per dimostrare
che sono ancora vivo e vivace
e che so ancora conquistarle.
Henry Spencer, sciupa… femmine.
E’ tutta la mattina che aspetto una
tua chiamata, ma mi sono stufata
e cosi’ ho fatto una ricerca
inversa su internet e…
Ehi! Ma che bello avere una relazione!
– Salute!
– Si’,
questa giornata sta per
diventare fantastica.
Fantastico!
– Shawn, calmati.
– Perche’ non ti calmi tu, eh?
Perche’ non ti calmi tu?
Sai qual e’ la parte peggiore, Jules?
Hanno solo finto che gli piacessimo
cosi’ da poterci derubare.
Ti ha avuto ai suoi piedi grazie a quella
falsa storia della proposta di matrimonio.
E tu e Clive che vi imboccavate
a vicenda con la torta?
Ammetto di esser stato sedotto da un sapore
delizioso, ma sono solo un uomo, Jules!
Ti proibisco di indagare,
siamo in vacanza!
Lascia che indaghino
le autorita’ locali.
E come lo fanno, di preciso?
Indossano dei bermuda!
Oh, mio Dio.
E’ il mio Nintendo!
Shawn…
Dammi qua!
– Sul serio?
– Mi…
dispiace, ragazzino.
Goditi la vacanza.
Ehi, non correre, non e’…
Non li legge nessuno, i cartelli?
– Ti stai comportando da bambino, Shawn.
– Proprio per niente!
– Era anche ora!
– Shawn…
e’ la quarta vacanza che fai pagando
con la mia carta di credito.
– Come stanno le mie piante?
– Gia’ e’ brutto pagare la tua stanza
con la mia carta di credito aziendale,
e ora fai anche degustazione di vini?
Non siamo stati noi, ok?
Ci hanno derubati!
Qualcuno ha rubato la
mia carta di credito?
Dove sono stati gli ultimi addebiti?
L’azienda vinicola Sutton House
nei vigneti della Deep Valley.
– Incredibile, hanno fatto un tour di vini?
– Chi?
Sappiamo chi e’ stato
a derubarci, ok? E…
ho ancora bisogno di parlarti di
una situazione di vita o di morte,
ma, visto che ci hai messo una vita a
richiamarmi, indovina un po’? Devo andare!
Non azzardarti a riagganciare…
Jules… mi dispiace tanto,
non volevo…
perdere le staffe in
quel modo, hai ragione.
Se ne puo’ occupare la sicurezza dell’hotel,
e poi possiamo sempre comprare cose nuove.
Ma sai cos’e’ insostituibile?
La nostra fuga d’amore.
Che ne dici di andare a
fare qualcosa di romantico?
– Un giro in mongolfiera?
– Dio, no.
Che ne dici di una degustazione di vini?
Queste sono le costine piu’
buone che abbia mai mangiato.
Mio Dio, mi sono sporcata tutta!
– Certo, signore.
– Grazie.
– Si figuri.
E’ gia’ alla seconda porzione?
In vita mia non ho mai visto una donna
mangiare le costine in quel modo.
A parte nei graffiti dei cavernicoli.
Chels, senti, le cose stanno cosi’:
io trovo che tu sia stupenda.
E ci mancherebbe.
Ma non credi che sia un
po’ troppo vecchio per te?
No, mi piacciono gli uomini piu’ grandi!
Specialmente quelli pelati
e virili. Ad esempio…
Terry Bradshaw, Sean Connery…
Dick Cheney.
– E va bene.
– Wow, ok… Chelsea…
e’ stato un piacere conoscerti,
ma devo andare a Ojai a
uccidere il mio migliore amico.
E io devo aiutarlo a
seppellire il cadavere.
– Tesoro, mi dai un altro separatore?
– Si’, certo.
Ragazzi, solo due cose…
Che intende con “separatore”? E poi…
– vi prego, non andatevene.
– Sai, per quanto mi dispiaccia
abbandonare lo spettacolino
“Henry a disagio”,
devo dare un passaggio a Guster.
E adesso divertitevi, piccioncini.
Sembra che la festa sia finita
prima del previsto, eh?
Che ne dici se ti metto da parte un po’ di
insalata di patate, te la porti via e…
Non dire sciocchezze, pasticcino.
Andiamo a pattinare! Oh la la!
Chi cavolo va a pattinare dopo
aver mangiato 3 chili di costine?
Chelsea, ecco chi ci va!
Aspettate!
Ma che problema hai?
Sei un idiota.
Da oltre un secolo il nome della mia
famiglia e’ un sinonimo di questa regione.
De Palma.
E’ una questione di qualita’…
e tradizioni.
Non siamo mai cambiati e mai lo faremo.
Non vedo l’ora che mio
figlio, Giancarlo…
porti avanti il nome dei De
Palma col mio stesso orgoglio.
– Divertitevi.
– Senta, mi hanno derubato, ok?
E in questo momento ho molte
cose a cui pensare, ha capito?
Se in questo momento fosse
nei miei panni, anche lei…
Scusa, bello, non volevo
interrompere la tua telefonata.
Si figuri, purtroppo non e’ la cosa peggiore
che mi sia capitata questo weekend.
– E con questo che intende?
– Vediamo.
Mi hanno derubato.
Una coppia di teppisti ha finto
un incidente sulla Statale 33
e visto che sono cosi’ scemo da andare a
vedere come stanno, da buon samaritano,
loro che fanno fanno? Mi derubano.
– Che aspetto avevano?
– Ovviamente sembravano modelli.
Mi hanno preso chiavi della macchina,
occhiali da vista, il telefono…
quasi tutto tranne gli occhiali da sole.
Ho dovuto camminare per 8 chilometri.
Prima era nuvoloso,
poi si moriva dal caldo…
– Questo spiega la tua faccia.
– E’ cosi’ ovvio?
– Sembra pubblicita’ sgradita.
– Oh, ottimo, fantastico.
Ma senti, amico… penso che siamo
stati derubati dalla stessa coppia.
– Cosa?
– Vedi… io sono un sensitivo.
E i miei sensi mi hanno condotto a
quella coppia di criminali proprio qui.
Lo sapevo che stavi investigando!
Shawn, siamo in vacanza.
Io non ci vado molto spesso, in vacanza.
“Houston Ray bianco, Houston Ray rose’,
son cosi’ buoni che finisci sotto il banco”.
“Houston…
abbiamo un problema”.
La vacanza e’ finita.
Scusate.
O’Hara.
Voi che ci fate qui?
Ho pensato ti servisse l’aiuto di un
detective vestito non come un lupetto.
Io sono venuto a riprendermi
la carta di credito.
Io sto avendo problemi con le donne.
– E’ una storia lunga.
– Scusate.
Non e’ divertente.
La documentazione cartacea della frode.
– Senti, amico, sono anch’io una vittima!
– Shawn, mi hai derubato.
Per quanto mi riguarda,
non c’e’ differenza tra te e i ladri che
ti hanno rubato cio’ che hai rubato.
Mi offendi, Gus.
Sai perche’? Quando mi sono accorto che la
tua carta era sparita sono stato malissimo.
Pero’ hai ordinato programmi a pagamento
e aragosta e filetto per due, in camera.
Si’, per mascherare il dolore che
diventava sempre piu’ intenso.
E ogni boccone di deliziosa aragosta e’
stato un burroso ricordo del tuo viso.
La polizia locale ha trovato questo bossolo
per terra. E’ un calibro 38 Special.
Questo si’ che e’ un vero classico!
Il non plus ultra delle munizioni per soldati
e poliziotti dalla prima Guerra Mondiale.
Solitamente usate nei revolver,
ma a volte anche nelle semiautomatiche.
Sento che Houston e’ stato
ucciso con la sua pistola.
E senti anche chi potrebbe essere stato?
Bell’orologio. Un Omega
Speedmaster edizione speciale.
Costano 100 mila dollari.
Clive e Barbie.
Chi diavolo sono Clive e Barbie?
Clive e Barbie sono
assassini a sangue freddo,
che mentono e fissano partite di tennis a cui
poi non hanno intenzione di partecipare. E…
che hanno il mio Nintendo.
Beh, ok…
io e O’Hara staremo qui ad
aiutare la brigata di Barney Fife
e setacceremo il posto in cerca di prove,
voi tornate in hotel. Perche’ quella faccia?
Beh, io e Shawn speravamo di
lavorare a questo caso…
assieme.
– Perche’?
– E’ il nostro fine settimana romantico.
Vogliamo stare da soli
il piu’ possibile.
Va bene. Voi due restatevene qui a
svolgere qualunque lavoro di polizia
sentite possa migliorare
il vostro romanticismo.
Noi torniamo in hotel. Contenta?
– Felicissima.
– Mi fa davvero piacere.
– Va bene.
– Va bene.
Allora, cosa facciamo adesso?
NOLEGGIO AUTO SPORTIVE
Ho un’idea.
Fossi in te non lo farei, Clive.
Ragazzi!
Barbie e io stavamo proprio dicendo
che dovremmo uscire ancora.
Magari per un’escursione?
Ciao, Jules!
Oh, mio Dio, adoro quelle scarpe.
Mongolfiere.
Quanti modi ci inventiamo
per ammazzarci, eh?
Amico, hai piantato Chelsea
in asso alla grande.
– Sei stato crudele.
– Non ho piantato in asso nessuno!
– Si’, invece.
– Non e’ vero!
Ho contattato Chelsea, mi sono scusato
per essere andato via all’improvviso
e le ho semplicemente detto che venivo
qui per stare un po’ con mio figlio.
Vedi, la mia generazione conosce un
valore dimenticato da tempo, il rispetto.
– Spero solo abbia ricevuto l’SMS.
– Mai e poi mai dire a una pazza dove sei.
– Non e’ pazza!
– Si’ che lo e’.
No, ha bisogno d’affetto e
io rispetto la differenza.
– Quella li’ e’ fuori di testa!
– Te l’avevo detto.
Ehi…
Io ti conosco, vero?
– Sono Gus.
– Giusto.
– Allora, dov’e’ papino?
– Non lo so.
E’ un po’ che non lo vedo.
Ehi, nonnino!
Amico, in questo posto ci
sono dei veri bocconcini.
Guarda quello!
– Allora, come ci avete trovati?
– Sono un sensitivo.
Come no. E io ho davvero pagato la cena.
Sul serio, come ci avete trovati?
L’abbiamo dedotto dal fatto che la carta
e’ stata rifiutata a un chilometro da qui.
Quindi siete tutti sbirri?
Che cosa sexy.
Di solito colpiamo posti fuori
dalla portata di impiegato statale.
Ok, basta! E’ ora di confessare,
dov’e’ il mio Nintendo?
Sul serio?
Amico, mi sa che quello
l’abbiamo gettato via.
Oh, Dio.
– Adesso si’ che ci sto male.
– Oh, tesoro!
Voi ci avete mentito!
Ci avete fatto credere
che vi piacessimo!
E hanno ucciso un uomo.
– Ripeti?
– Anche quello…
ma sono le bugie, sono quelle
che fanno davvero male.
Di tutti quelli che abbiamo derubato,
voi siete stati i nostri preferiti.
E’ vero, ha continuato a ripeterlo,
mentre frugavamo tra la vostra roba.
– Ma non abbiamo ucciso nessuno!
– No!
Si’, come no.
Perche’ hai addosso
l’orologio di un uomo morto?
Senti, siamo entrati in camera sua,
gli abbiamo preso l’orologio
e una valigetta piena di
documenti legali. Tutto qui.
Proprio cosi’. Siamo degli sporchi ladri,
ma in fondo siamo brava gente.
E siamo contrari ai
maltrattamenti degli animali.
E al download illegale. La pirateria
mi fa venire il voltastomaco.
Un attimo.
Quella non e’ la pistola
che ha ucciso Houston Ray.
E’ finta, un oggetto di scena. L’abbiamo
rubata dal set di un film a cui lavoravamo.
– Si’.
– Avete lavorato in un film?
– Si’.
– Come comparse.
“The Wild Stallion”.
“The Wild Stallion” con Connie Selleca?
Si’, e’ una vera professionista,
non si atteggia affatto.
Per lei il lavoro e’ tutto.
Siete delle persone orribili,
ma siete troppo fighi!
Shawn, devi credermi.
Pensi davvero che uccideremmo un
uomo solo per il suo orologio
e che continueremmo a compiere rapine in
autostrada a pochi chilometri di distanza?
– A che ora e’ morto Houston Ray?
– Il coroner locale dice alle 13, perche’?
Ok, qual e’ l’ultimo posto in cui avete
cercato di usare la carta di credito?
Da Target, ma e’ stata rifiutata.
Oh, e’ stato davvero imbarazzante.
Siamo noi le vere vittime qui!
Ti amo, piccola.
Allora chi ha ucciso il texano?
Il rosso della casa viene
dai vigneti De Palma.
Si’, beh, presto vedrai la mia faccia su
ogni scatola di questo succo divino.
De Palma. E’ una
questione di tradizioni.
Non siamo mai cambiati e mai lo faremo.
Dobbiamo andare di
nuovo a degustare vini.
Alla polizia ha detto di non aver
mai visto l’uomo trovato morto oggi.
Beh, in molti visitano la mia
azienda vinicola, insomma…
non e’ il primo a morire
durante una degustazione.
Capita spesso che sparino in pancia a
qualcuno e lo gettino in una botte?
No, quella e’ stata una novita’.
BANTING BANK
GARANTE
Le diro’ cosa penso.
Penso che conoscesse il texano.
Il vigneto e’ in crisi,
lui arriva e vuole rilevarvi,
ma preferirebbe liquidare l’azienda di
famiglia che venderla a un magnate del vino,
cosi’, quando lui non ha accettato
il rifiuto, lei ha liquidato lui.
– Si sbaglia di grosso.
– Maledizione.
Sentite, vi spiego come stanno le cose.
Odio il business del vino,
odio Ojai e odio la mia famiglia.
Cosa? Persino suo figlio Giancarlo?
Non ho un figlio e se l’avessi,
odierei anche lui.
E’ solo un discorsetto che
faccio durante i tour.
Sono tutte sciocchezze.
Il mio nome non e’
nemmeno De Palma, e’…
Goldberg.
Gunner Goldberg.
Dai, comprereste del vino
dai vigneti Goldberg?
– Forse dagli Spritzer.
– Quel texano era la mia via di uscita.
Per me avrebbe pure potuto mettere una
foto del suo sedere sulla scatola.
Quello lo comprerei.
– Per curiosita’.
– Volevo disfarmene a tal punto
che ho quasi accettato un’offerta al
ribasso da parte di un altro idiota.
Ma questo tipo, sapete…
e’ indebitato fino al collo,
soldi da ogni tipo di fonte illegale…
– E chi sarebbe?
– E’ proprio un poveretto.
Senta, in questo momento ho molte
cose a cui pensare, ha capito?
Molte cose.
Un poveretto.
Si chiama Jerry?
Ok, questa e’ la stanza
di Jerry Kincaid.
Servizio di pulizia!
– Non c’e’ nessuno.
– Ok, sentite, dobbiamo muoverci.
– Chelsea potrebbe essere ovunque.
– Questa stanza e’ fantastica!
Ha la sua sala di vapore privata.
Puo’ andare.
Le sarebbe bastato chiedermi
di aprire la porta, sa?
Senza puntarmi una pistola contro.
– Mi spiace, e’ la forza dell’abitudine.
– Idiota.
Mi sembra giusto.
Ragazzi?
Getti la pistola, detective,
o giuro che sparero’ nella fronte
a tutti, maledetti stupidi!
E’ il peggior weekend tra
uomini di tutti i tempi.
Grazie. Non e’ da Lassiter
non rispondere al telefono.
Ecco, tenga.
Allora…
Jerry voleva comprare l’azienda vinicola,
ma Houston si e’ intromesso
e gli ha soffiato l’affare.
Jerry non sembra affatto un assassino.
Beh, Jules, come abbiamo
imparato questo weekend,
le persone non sono sempre
quello che sembrano.
Tranne che nei reality show.
Siamo tutti le “Real
Housewives” di qualche parte.
– Ma che cosa…
– Jerry affronta Houston.
Il texano ride, col suo fare texano,
e Jerry perde il suo Schlitz.
– Esiste, vero?
– Sono abbastanza sicura che sia una birra.
Quindi chiaramente c’e’ stata una lotta.
Jerry finisce con la pistola del texano.
Ora calmati, amico.
Senza pensarci… boom! Gli spara.
O forse ci stava pensando,
a questo punto non e’ piu’ importante.
– Shawn, la sala di vapore.
– Jules, dai,
abbiamo un problema qui,
non e’ ora di evaporare.
Shawn, la sala di vapore!
Wow, sei proprio una ragazzina vogliosa.
Che ci facevate li’ dentro?
– Jerry ci ha chiusi dentro.
– Beh, come ha fatto?
Perche’ la nostra stanza
non ha una sala di vapore?
Jules, ho preso la loro
miglior stanza disponibile.
Con la mia carta di credito!
Forza, Jerry ha gia’ del
vantaggio su di noi, andiamo!
– No, aspettate!
– Henry! Henry!
Henry?
Strabico, con una
scottatura, un poveretto?
Oh, si’, ho visto il
tipo di cui parlate.
Se n’e’ andato dieci minuti
fa su una berlina argentata.
E ora come facciamo a prenderlo?
Ci penso io.
Carlton, ci sono cinque strade per
andarsene, e’ come tirare a sorte!
– Ehi, ehi!
– Vai, vai!
Forse no, seguimi al
banco delle attivita’.
Quella tipa e’ pazza!
Vai dietro. Vai dietro!
– Ti vuoi sedere bene?
– Penso che dopo questo week-end
potro’ stare senza vedervi per un po’.
– D’accordo!
– D’accordo!
Ok, prendiamo questo tipo.
Spencer, dimmi!
Lassie, vi vedo,
siamo in aria! Abbiamo requisito
una mongolfiera al banco dei tour!
Ok, procediamo! Cosa vedi?
Non conosco proprio
esattamente i nomi…
ma sembra che stia
attraversando un ponte!
– Gradite del formaggio?
– Come?
– Non ora, Felipe!
– Non ora, Felipe!
Dove… Vuoi togliere il
gomito dalla mia faccia?
Beh, sta… passando davanti a un
edificio grande, rosso e di legno!
Quella e’ la fattoria del colono,
sede della prima fabbrica di seta
della California Centrale nel 1887.
– Biscottini?
– Oh, alla mela.
E’ la fattoria del colono!
Cosa diavolo e’?
E’ stata la prima fabbrica
di seta, costruita nel 1887!
Milleottocentottanta cosa?
Ottantasette, ottantasette!
Beh, e questo come credi
possa essermi d’aiuto?
– Vuoi spostarti?
– Spostati tu!
Oh, si’… Lassie, ti vedo di nuovo!
Gli sei alle calcagna! Ma non sta prendendo
la scorciatoia, puoi tagliargli la strada!
Oh… prendi la strada in
salita e vai a manetta!
Aspetta, quella a sinistra?
Gira e basta! Gira!
Va bene, a sinistra!
Proprio qui, va bene, va bene, ok!
Bene, si’, si’, si’, ok!
Fetta, fetta!
Fetta cosa? Cosa vuoi che affetti?
– No, non tu! Una fetta di formaggio.
– Oh, ecco.
– Oh, quello arancione.
– Oh, si’.
Ma che cavolo stai dicendo?
Mi dispiace, ho la bocca
piena di formaggio!
– E’ piu’ piccante di quanto mi aspettassi.
– E’ al jalapeno.
Spencer, concentrati
sul caso o ti uccido!
Sta venendo dritto verso di te!
Eccolo la’!
– Ora sei mio!
– No, no, no, no, no, no, Lassiter!
Lassiter, Lassiter!
No, no, no, no!
Scendi dal veicolo!
Getta l’arma a terra o
ti spedisco sotto terra!
Ehi! Piano, piano, piano.
Hai capito male, hai capito male.
E’ solo un grande malinteso.
Andiamo.
Voltati, faccia verso il veicolo.
Mettiti in ginocchio, caviglie
incrociate e mani dietro alla testa.
Credi sia un ginnasta? Non sono
cosi’ flessibile. Che stai dicendo?
Fallo e basta.
Oddio.
Sorprendentemente, un ottimo lavoro,
Spencer. L’abbiamo preso.
Gia’, vedi…
Jerry era indebitato fino al
collo con dei tipi molto tosti.
Quando il texano e’ piombato
qui per comprare la vigna,
Jerry si e’ trovato nei guai con gli
investitori perche’ non poteva fare l’affare.
– Ora ti sparo!
– Incredibile.
Di fronte alle scelta…
Pronto?
Pronto?
Dobbiamo tornare indietro, ora?
No, Felipe.
Credo proprio che ci
piacerebbe fare il giro lungo.
Si’… la nostra vacanza da adulti.
– Vediamo quanto ci mette a arrivare a terra?
– Oh, si’, lo voglio davvero.
Ma guarda un po’! Ho colpito una casa!
– Prova con una fetta di mela.
– Ok.
Per favore, smettete di gettare le cose.
Scusa, Felipe.
Scusa, Felipe.
Guastafeste.
Guastafelipeste.
– Siamo davvero quassu’.
– Si’.
Ora ti bacero’ sulla bocca.
Bella vacanza, eh?
Non e’ stata un disastro.
Abbiamo fatto un giro in mongolfiera.
A parte il texano morto nel barile di vino,
il pesce della prima sera era delizioso.
Ti ho delusa, vero?
– No, non e’ vero.
– Oh, un po’ si’.
Quando guardo…
Clive e Barbie vedo
una gran bella coppia.
– Shawn, sono criminali.
– Si’, ma sono affiatati.
E noi no?
No, noi… no, lo siamo,
lo siamo. Solo che…
Senti, Jules, so che hai delle
aspettative ben precise.
Ok? E che… e che…
in un mondo perfetto sarei
un po’ diverso, sai?
Un po’ piu’ maturo e
aperto a fare cose tipo…
ballare e fare i giri all’Ikea e…
E posso farcela, sai?
E non lo dico solo perche’ penso di
doverlo fare, lo… lo voglio fare.
Per te.
– E per noi come coppia vincente.
– Ok…
So che cerchi qualcosa di serio.
e quella cosa che inizia con la “m”.
E qualcosa come…
Non avrai mica pensato che quando ho
detto “aspettative precise” intendessi…
No, no, no, no, certo che no.
In tal caso sarei completamente idiota.
No, no… non ho pensato a quello.
Perche’ volevo solo essere sicura
che fossimo sulla strada giusta e…
ci siamo.
Cioe’, gia’ solo venendo qui siamo
andati oltre le mie attuali aspettative.
Non sono pronta per…
il matrimonio.
– E tu?
– Oddio, no.
No, no, no.
Cioe’, e’ un mio sogno nel cassetto,
ma, a parte questo, beh…
cavolo, no.
Grazie di essere molto
piu’ sveglia di me.
Spero che anche tu sarai altrettanto
bella quando avro’ 140 anni.
Sai che sara’ cosi’.
Mi scusi, signore, devo contestare
l’addebito della stanza.
Voglio dire, chi ordinerebbe gelato
al pistacchio all’una del mattino?
L’abbiamo trovato in un
cestino sul retro dell’hotel.
Credo sia uno degli oggetti rubati
dalla stanza del signor Spencer.
Sa, non ho mai visto un uomo
adulto tanto arrabbiato

Get Adobe Flash player

Comments are closed.