“Breaking Bad” Face Off 2011 Italian

Posted by on July 26, 2012

movie image

Download subtitles of “Breaking Bad” Face Off 2011 Italian

Cos’hai detto a Gus?
Perche’ ci ha scoperti. Esatto.
Non ho detto un cazzo. Ci ha scoperti?
Fa per dirigersi verso l’auto
e poi all’improvviso si ferma.
Cos’e', ha una specie di sesto senso?
Cristo, cosa gli hai detto?
A questo punto, potrei fare
anch’io una domanda a te?
Hai portato una bomba in ospedale?
Cosa? Che avrei dovuto fare,
lasciarla sotto la sua auto?
E dovevi per forza portarla in ospedale?
Oh, mio Dio.
Ascolta…
Dove possiamo trovare Gus?
Dimmi un posto, un solo posto in
cui potrei coglierlo di sorpresa,
in cui non si aspettera’ di trovarmi.
Perche’…
casa sua,
la lavanderia, il ristorante,
il centro di distribuzione…
sono pieni di telecamere.
Dimmi un solo posto.
Rifletti.
Jesse, rifletti. Dov’e'?
Dove?
Perche’ se non riesci a dirmelo…
siamo morti.
Jesse…
Non… non lo so.
Beh, forse…
Scusate. Jesse Pinkman?
– Sono io.
– Salve.
Detective Kalanchoe.
E lui e’ il detective Munn,
polizia di Albuquerque.
Potremmo rubarle qualche minuto…
per parlare in privato con lei?
Parlare di cosa?
Scusi, lei come si chiama?
Di cosa si tratta?
Volevamo parlarle di Brock Cantillo e
di qualcosa che ha detto a sua madre.
Perche’ non viene con noi?
Vogliamo solo chiarire
alcune cose, niente di che.
Breaking Bad Stagione 4
Episodio 13 “Face Off”
Traduzione: toppeddu85,
Xalexalex, devilmak
Traduzione: Darctico,
rocketbabydolls, Yossarian
Revisione: Robbie
Resynch DVD: nixxo
Quindi sono in arresto?
Non sei in arresto.
Stiamo solo parlando.
Quindi se non avessi piu’ voglia
di parlare e volessi andare via…
Preferiremmo che non lo facessi.
– Preferireste?
– Si’.
Jesse, perche’ hai detto alla madre di
Brock che il ragazzo era stato avvelenato?
Sentite…
secondo me a questa storia…
state dando…
come dire…
un peso eccessivo, perche’ in
pratica ho detto solamente:
“I medici hanno pensato che forse…
Brock potrebbe essere stato avvelenato?”
Volevo solo che non
trascurassero nessuna ipotesi.
Si’, e non ho dubbi che
abbiano molto apprezzato…
il tuo aiuto.
Soprattutto perche’ sei
stato molto specifico.
Ricina.
– Wow.
– Eh, si’.
Con la ricina non si scherza.
Non e’ una sostanza comune, quindi
quando i medici la sentono nominare
prendono la cosa molto sul serio.
Proprio come noi.
E proprio come l’FBI.
– Ok.
– Sei stato gentile
a offrirti di dare una mano
senza chiedere niente in cambio,
a offrire il tuo parere da esperto.
Non sono affatto un esperto.
E’ solo che, insomma…
Hai solo tirato a indovinare,
pensando che un veleno rarissimo
potesse aver fatto finire in
ospedale questo ragazzino.
E devo complimentarmi
con te, perche’ i medici…
iniziano a credere che tu abbia ragione.
Ma perche’ proprio la ricina?
Come ti e’ venuto in mente, Jesse?
Non so, forse…
l’avro’ visto in una puntata
di Dottor House o quello che era.
In una puntata di Dottor House…
o su Discovery Channel, magari.
A volte il cervello riesce
a fare queste associazioni.
– Davvero?
– Il mio cervello si’.
Interessante.
Sentite…
devo proprio andare.
Ma stiamo ancora parlando.
Quindi non sono in arresto,
ma non posso andare via.
Quindi…
forse…
dovrei chiamare il mio
avvocato, non trovate?
Stiamo soltanto facendo
una chiacchierata, Jess.
Non possiamo continuare a parlare…
in modo informale?
Si sa come va a finire quando si
mettono di mezzo gli avvocati.
Diventa tutta una gara
a chi piscia piu’ lontano.
Ogni volta c’e’ tutto questo…
– antagonismo.
– Antagonismo.
Poi dovremmo fare un
verbale, eccetera…
Ma tu lo sai gia’ come
vanno queste cose, Jesse.
Non sei certo un boy scout.
Saul Goodman.
E’ lui il mio avvocato.
Allora, devo chiamarlo io…
o ci pensate voi?
Che diavolo crede di fare?
E quindi ha deciso di sfondare la porta.
– Cristo!
– Avevo visto che era qui.
Se si fosse degnata di rispondere al
telefono o alla porta, forse non avrei…
Ah, lasci stare.
E’ qui?
Sul serio me lo sta chiedendo?
Perche’ dovrebbe essere qui?
Ma lei sa dove trovarlo, vero?
Mi serve un numero di telefono.
Ascolti, ora le spiego una cosa.
– Io e il mio socio…
– Siete in pericolo?
Oh, ma che cazzo di sorpresa.
E secondo lei perche’ non e’ qui?
E dove sarebbe la novita’ nel fatto…
che voi due siate in pericolo…
dopo aver fatto qualche idiozia?
E cosa le da’ il diritto
di sfondarmi la porta?
Senta, mi serve soltanto
un numero, ok? Tutto qui.
Lei mi ha veramente
rotto le palle, lo sa?
E’ solo colpa sua se ora saro’
disoccupata per chissa’ quanto.
E almeno oggi non vedevo l’ora di andare
via di qui nel giro di mezz’ora, e invece no!
Ora dovro’ starmene qui tutto il
giorno ad aspettare che il vetraio
venga a riparare la porta.
E chi dovrebbe pagare?
Sa cosa le dico?
Ecco, tenga, adesso le
do tutto quello che ho.
Tutto quanto, ok?
100, 200, 300…
Senta, questi qui saranno
almeno 1’700 dollari, ok?
Piu’ che sufficienti
per riparare la porta.
Mi scuso sinceramente, ma la prego…
mi dia quel numero.
Una porta come questa…
costera’ molto piu’ di 1’700 dollari.
Cosa? Per una semplice
lastra di vetro? No.
Oh, si’.
Secondo me si’.
Secondo me le verra’ a costare…
20’000 dollari.
Ma e’ impazzita?
Chi diavolo farebbe pagare
a qualcuno 20’000 dollari
per una porta a vetri!
Nessun commerciante che
si rispetti farebbe…
Credo che adesso sia salito a 25’000…
Si’, per Albuquerque, New Mexico.
Il numero di Rebecca Simmons,
306, Negra Arroyo Lane.
Potrebbe anche collegarmi,
per cortesia? Grazie.
Becky? Ciao, sono Walter White.
Senti, vorr…
Si’, sto bene, bene. Tu come stai?
Oh, bene, fantastico.
Si’, i gatti stanno be…
Senti…
Io e Skyler siamo fuori citta’,
stiamo andando a Santa Fe, e Junior…
ci ha appena detto che pensa…
che potrebbe aver
lasciato il bollitore sui fornelli,
si’, non vorrei che scoppiasse
un incendio, Dio ce ne scampi.
Beh, e’ per questo che ti ho chiamato,
volevo solo chiederti se…
e mi spiace davvero disturbarti,
ma hai ancora la chiave?
Ce l’hai? Bene.
E… ti dispiacerebbe…
Oh, sei un’ancora di salvezza.
Grazie davvero.
Ok, aspettero’ una tua
chiamata, grazie mille.
Ciao.
Eccoti qui…
Becky?
Oh, meno male,
mi hai levato un pensiero.
Ti devo un favore.
Sul serio.
Allora, come sta?
Yo, potreste dirmi qualcosa,
invece di fare i cazzoni.
Jesse, se davvero ti interessa
la salute del ragazzino…
dimostramelo.
Dicci quello che sai.
– Vi ho gia’ detto quello che so.
– Raccontacelo ancora.
Ma cosa siete voi…
dei dischi rotti?
Volevo solo provare ad aiutare.
Fine della storia!
E allora dovremo aspettare
il referto tossicologico.
Oh, ma guardate,
che bel quadretto familiare.
– Cosa gli hai detto?
– Gli ho detto che sono due cazzoni.
Un vero poeta!
Beh, detective… e’ stato un piacere.
Ora, toglietevi di torno.
Fate finta di essere educati. Fate finta
di conoscere come funziona la legge.
Au revoir.
Auf Wiedersehen, hasta luego.
Levatevi dalle palle.
Ciao ciao!
Cosi’, molto bene, segui il tuo partner.
Uno-due.
Grazie.
Cristo santo, voi due…
Diciamo che se mai mi verranno dei
polipi anali, sapro’ che nome dargli.
Mi tirerai fuori di qui?
No. Nemmeno se potessi farlo.
Sai, l’FBI non si fara’ sfuggire
questa storia della ricina,
e tu dovrai stare con loro per
tutto il tempo delle indagini.
Sei molto piu’ al sicuro qui. Hanno appena
cercato di prelevare il tuo socio da casa.
Cristo…
Sta bene?
Se sta bene…
Diciamo che sta bene come
una mosca della frutta.
Tutti noi abbiamo i minuti i contati…
grazie a voi, per la cronaca.
Se voi due volete infilare
l’uccello in un nido di vespe…
siete liberi di farlo, ma perche’ a me
tocca sempre e solo la seconda botta?
Non hai nulla per me? Dimmi che non
ho messo il naso fuori per nulla…
Ci ho pensato su…
E…?
Casa Tranquila.
Cos’e’ “Casa Tranquila”?
E’ una casa di riposo,
vicino a Paseo del Norte.
Il ragazzo mi ha detto che Fring ce lo ha
portato per far visita ad uno dei pazienti.
Secondo Pinkman te lo
ricorderai di sicuro…
Tio Salamanca.
Un vecchio su una sedia a rotelle.
Beh… non parla.
Fa suonare qualcosa.
Cioe’…
non nel senso di “suonare familiare”,
nel senso che deve…
Si’, si’, ho capito, me lo ricordo.
Ma quindi? Ogni notte di luna
piena Gus va a trovare…
un vecchio affiliato del Cartello?
Questa… questa cosa
non mi aiuta per niente.
Non posso nascondermi in una
casa di cura per sei mesi,
sperando che, prima o poi,
si faccia vivo.
Non sono neanche amici.
Pinkman ha detto che sembrava
stesse torturando il vecchio.
Cosa vuol dire?
Gli ha detto che il suo ultimo parente era
morto. Sembrava fosse contento di dirglielo.
Dopo, Pinkman gli ha chiesto di lui
e tutto quello che ha detto Gus
e’ che quel Tio una volta ha
ucciso una persona a lui cara.
Aspetta. Tio ha ucciso
una persona cara a Gus?
So che tutto questo non
sembra molto utile, ma…
mi spiace, e’ tutto quello che so.
Sono nemici…
non amici.
Il prossimo numero di questa lotteria,
in cui bisogna coprire tutta la cartella,
E’ B, numero 3.
Come nella fiaba “Goldilocks
and the Three Bears.”
E’ il numero 3 nella colonna B.
Seguito da O, numero 74.
E’ O, 74 nell’altro lato della cartella.
Ora abbiamo il numero
fortunato… B, numero 7.
E’ stato fortunato per voi? B-7.
Nella fila I, numero 21.
So che mi detesti,
e so che vorresti davvero vedermi morto.
Ma scommetto che conosco un
uomo che odi ancora di piu’.
Ti sto offrendo un’opportunita’
per vendicarti.
Colonna D, numero 48.
Gli Stati Uniti continentali,
senza l’Alaska e le Hawaii.
Ok, ci sono.
Come va questa mattina,
signor Salamanca?
Le serve qualcosa?
Deve andare a fare la cacca?
E’ gia’ andato a fare la cacca?
No? Cosa le serve?
Vuole che vado a prenderle la tavoletta?
Va bene.
Ok, ci siamo.
A, E, I…
Fila I.
I, J, K, L, M, N…
Prima lettera N.
A, E… Fila E.
E… Seconda lettera E.
A, E… Fila E.
E… Prossima lettera E.
A… Fila A.
A, B, C, D…
Prossima lettera D.
A… Fila A.
A, B, C, D…
Prossima lettera D.
A, E… Fila E.
E… E.
A… Fila A. A…
Prossima lettera A.
A, E, I, O, U…
Non credo che abbiamo finito,
signor Salamanca.
A, E, I, O, U…
Finisca la parola, signor Salamanca.
Vuole dire “DEAR”?
Vuole dire “DEAL”?
Caro, “DEA” non e’ una parola.
Mi dia una mano.
– Ehi, figliolo, che c’e'?
– Quando hai intenzione di venire qui?
Appena riesco.
Senti, la situazione e’ seria,
ma sembra che tu non la veda cosi’.
– Dammi il telefono, faccio io.
– No, figliolo, la sto prend…
Dammelo, Walt.
Sono molto preoccupato per lo
zio Hank e la sua incolumita’,
ma chiunque lo stia minacciando,
posso garantirtelo, non e’
per niente interessato a me.
Non sono nel mirino di nessuno.
– E poi io e tua madre…
– Dammelo.
Walter?
Hai sentito cos’ha detto?
Vieni qui, basta scuse.
Marie, verro’ li’
appena sara’ possibile.
– Te lo prometto.
– Aspetta.
Vuoi intercedere?
Forse puoi farlo ragionare.
Marie, verra’ qui quando
potra’, quindi…
Beh, spero tu riesca a vendere
un sacco di Arbre Magique.
Spero che la giornata sia
una favola, ok, Walt?
Non preoccuparti per noi qui. Ciao.
E grazie per tutto il tuo aiuto.
Qualcosa in particolare?
Ciao a tutti.
– Ciao, Steve.
– Come sta andando?
Ehi, Gomie, proprio te
cercavo. Vieni a vedere.
– Cristo, basta con questa lavanderia.
– No, no, no, ascoltami.
Questo pannello, se ho letto
bene, e’ a 7’200 ampere.
Questo posto ne ha 2, ok?
E’ parecchia energia, capisci?
Una lavanderia di queste dimensioni
di solito ne usa la meta’, ok?
Quindi perche’ il pannello extra?
– Cos’e', sei Thomas Edison ora?
– No, ho chiesto a qualche elettricista.
Hanno una loro chat room dove parlano
solamente di cavi e cose cosi’.
Sto cavolo di Internet,
ormai ci trovi qualunque cosa.
Che ne dici? Vai a dargli
un’altra occhiata?
Senti…
Forse abbiamo trovato una pista.
C’e’ questa persona in ufficio…
dice di avere un qualche
tipo di informazione.
Il problema e’ che vuole
darle solo a te…
di persona.
– Ti ricordi Hector Salamanca?
– Certo.
Intendi il vecchio storpio col campanello?
Che preferisce cagarci sul
pavimento che parlare?
– No, non me lo ricordo, perche’?
– Beh, parlo proprio di lui.
Ha chiamato la sua infermiera,
dice che vuole parlarci.
Quell’uomo e’ in ufficio da 3 ore,
ma vuole parlare solo con te.
Non ci pensare neanche… ad andarci.
– Marie…
– E’ chiaramente una trappola, uno stratagemma
pensato per attirare Hank allo scoperto.
– Tutto qui.
– Ci abbiamo pensato anche noi.
Bene…
Sono anni che quell’uomo
non e’ piu’ nel giro.
Suo nipote e’ morto.
Non ha piu’ nessuno.
L’infermiera se ne tira
fuori, non sa nulla.
Credo di non vederci nessuno scopo…
se anche ce ne fossero.
Certo, se volessi parlarci
con quest’uomo…
non c’e’ posto piu’ sicuro dell’ufficio.
Non mi sembra una buona idea.
Si’, sono d’accordo, zio Hank.
E’ un’idea idiota,
e non succedera’ mai e poi mai,
fine della storia.
Hank, grazie per essere venuto.
Nessun problema, e’ un
piacere rivederla, signore.
Allora, signor Salamanca…
c’e’ qualcosa che vuole dirmi?
A, E…
I, O…
Fila O.
P, Q…
R, S…
Prima lettera, S.
A, E…
I, O…
Seconda lettera, U.
B, C…
A, E…
J, K…
A, E…
J, K…
L, M…
A, E…
I, O…
U… fila U.
V, W…
X, Y…
D’accordo, basta cosi’.
Grazie.
Si’, grazie… so scrivere.
Beh…
si e’ tolto lo sfizio, adesso?
Vogliamo provare un’altra volta?
A, E…
A, E…
I, O…
B, C…
Si’… abbiamo capito.
Io… mi… mi dispiace cosi’ tanto.
Beh, almeno stavolta non
si e’ cagato addosso.
Direi che e’ un passo avanti.
– Si’?
– Potremmo avere un problema.
Sto tenendo d’occhio la DEA.
Hanno appena ricevuto una visita.
Hector Salamanca.
Non so neanche cosa dirle,
in questo momento.
Stia qui seduto, e pensi a dove potrebbe
portarla questo tipo di atteggiamento.
Non molto lontano,
lasci che glielo dica.
Qualche ripensamento?
Allora mettiamoci al lavoro.
Salve.
Ciao.
Ciao.
Salve.
Signor Pinkman.
E’ libero di andare.
Perche’?
Cos’e’ successo?
E’ arrivato il referto del tossicologico,
e non c’e’ avvelenamento da ricina.
Sorpreso, eh?
Perche’ dovrei?
La sua giacca.
Alla prossima.
Ehi, yo! Yo!
Ferma qui!
Ehi, Andrea…
volevo solo notizie di Brock.
Ehi, sembra…
che…
insomma…
Senti, chiamami e basta… se puoi, ok?
Sto tornando li’.
Ehi, mi scusi.
Abbiamo appena prelevato Pinkman.
Nessun testimone.
Che mi dici di Hector?
Ho controllato dappertutto.
Niente cimici, niente telecamere…
nessuna sorveglianza.
E’ passata una volante, circa un’ora fa.
Sembrava routine.
C’e’ solo lui, da solo, nella sua stanza.
D’accordo.
Sto arrivando.
Forse sarebbe meglio se…
se ci pensassi io.
Me ne occupo io.
Via libera.
Aspettami qui.
Che genere di uomo parla con la DEA?
Non un uomo.
Non certo un uomo.
Un piccolo topo di fogna storpio.
Che bella reputazione da lasciare
quando te ne sarai andato.
E’ cosi’ che vuoi essere ricordato?
La tua ultima possibilita’
di guardarmi, Hector.
Oddio. Oh, Cristo.
Lo stesso voto, davvero. Sai cosa?
E’ di nuovo il momento
in cui vi parliamo della vostra
razione quotidiana di inferno,
cioe’ il traffico pomeridiano di Albuquerque.
Quanto vanno male le cose la’ fuori?
Al momento in direzione sud c’e’ un incidente
sulla Jefferson sulla banchina a destra,
quindi assicuratevi di tenervi sulla sinistra
se vi spostate in quella zona
e il traffico procede a passo d’uomo vicino
al Big I, come al solito, nessuna sorpresa.
Non vorrei interromperti ma
ho una notizia dell’ultim’ora
che a quanto pare viene dalla North Valley.
E’ stata segnalata un’esplosione
– in una casa di riposo: Casa Tranquila.
– Oh, no.
Conosci quel posto. Purtroppo abbiamo
pochissimi dettagli al riguardo,
ma le prime indiscrezioni dicono che almeno
tre persone sarebbero rimaste uccise.
– Oh, no.
– E’ una notizia spaventosa.
Vi daremo altri dettagli non
appena ci arriveranno notizie.
Immagino che la situazione li’
intorno sia parecchio movimentata.
– Come va il traffico?
– So dove si trova la casa di riposo.
Se vi state spostando a est o a ovest
di Paseo, in quella zona della North Valley…
Vi prego, evitate quella
zona se passate li’ vicino.
Il nostro pensiero va alle
vittime di questa tragedia.
Vi daremo nuovi dettagli
appena ne sapremo di piu’.
Tra poco su Coyote 102.5
Aerosmith, Def Leppard.
Rimanete in onda sulla miglior
radio rock del New Mexico.
Vuoi cucinare con un braccio rotto?
Prossimo passo: CO2.
Al lavoro.
Voglio sentirle fare “click”.
Che c’e', hai un problema con le scale?
Ti prego, ti prego…
Gus e’ morto.
Abbiamo del lavoro da fare.
Vamonos.
Ce la fara’.
Si’, sembrava… che fosse
una situazione disperata…
per un po’, ma invece…
se la cavera’.
Grazie al cielo.
Oh, grazie al cielo.
Sai che…
continuano a dire che non fosse ricina.
Non capisco.
Allora cos’era?
Dicono che probabilmente e’ stato…
un fiore chiamato “Convallaria”.
E’ un fiore comune che produce queste…
bacche rosse che credo siano dolci,
e a volte i bambini li mangiano
e finiscono con l’avvelenarsi.
Ed e’ stato quello, nient’altro.
Quindi Gus…
non era stato lui ad avvelenarlo.
Ma comunque…
doveva… uscire di scena, giusto?
Hai assolutamente ragione.
Gus doveva uscire di scena.
Dovrei…
dovrei rientrare. Andrea mi aspetta.
Mi trovo a “Casa Tranquila” dove tre persone
sono morte in seguito ad un’esplosione
che stamattina ha sconvolto questa
casa di riposo per anziani.
La deflagrazione ha completamente
distrutto la camera di un paziente
ed ha danneggiato aree adiacenti.
– Walt? Aspetta che mi sposto.
– Di’ a papa’ di accendere la TV.
Digli che lo zio Hank aveva ragione.
Walt?
Come stai?
Come sto io? Come stai tu!
Io…
Io sto abbastanza bene.
Sto bene.
Oddio Walt stiamo sentendo le notizie…
Gus Fring e’ morto.
E’ stato fatto saltare in aria insieme
a qualcuno del Cartello messicano,
e la DEA non sa assolutamente
che pesci prendere.
Lo sapevi?
Walt? Ho bisogno che tu…
E’ finita.

Get Adobe Flash player

Comments are closed.